Barbie: 60 anni e non sentirli

Mes amis, sopravvissuti a impacchettamenti e spacchettamenti? Dopo il mese più magico dell’anno, da Nano Bleu continuiamo a festeggiare celebrando il compleanno della bambola più famosa del mondo.

Bionda, bruna, medico, sorella, astronauta, campionessa olimpica, amica: Barbie dal guardaroba sconfinato e dalle mille vite, eclettica e al passo con i tempi, quest’anno compie 60 anni e continua a stupirci!

Pronti a fare un tuffo nella vita di questa star della cultura Pop?

Barbie soffia 60 candeline: vita di una bambola senza tempo

Fine anni ‘50: Ruth Handler, moglie di uno dei fondatori della Mattel, sta guardando i figli giocare quando è colta da un’illuminazione. Mentre Kenneth (per gli amici Ken) gioca a fare il pompiere e il dottore, Barbara (altrimenti detta Barbie) non ha altro se non bambolotti neonati. Nasce così la prima bambola adulta con la quale identificarsi e immaginare il futuro, non solo glamour, ma pieno di potenzialità.

Il 9 marzo 1959 viene presentata alla Toy Fair di New York: costume da bagno, occhiali da sole, coda di cavallo. In una parola: Barbie. Il resto della storia lo conoscete: il primo anno la Mattel vende più di 300.000 bambole e oggi ne viene venduta una ogni 3 secondi.

Ma cosa rende così charmant questa giovane ragazza? Non i capelli fluenti e un guardaroba invidiabile. Non, mes amis! Da Nano Bleu la adoriamo perché è indipendente e piena di capacità. È Barbie Ingegnere che si occupa della costruzione dei villaggi di Natale; ed è anche Barbie Dottoressa che fascia le Action Figures quando si feriscono, e ancora è Barbie Veterinaria che cura i peluche malati.

Con i suoi quasi 100 animali (tra i quali pappagalli e delfini), le sorelle Chelsie e Skipper, il fidanzato Ken (ma anche il suo flirt australiano Blaine), devo ammettere che fin dal suo arrivo ha creato un po’ di scompiglio. Ha decine di mezzi di trasporto che adoro, ma i miei preferiti sono le decappottabili, insieme alla casa con lo scivolo e all’aereo di linea. E quando le sue scimmiette dispettose non sono nei paraggi mi godo tutti i suoi accessori… A proposito, avete visto in giro un cappellino blu da nano? Scommetto che lo hanno preso loro per farmi un dispetto!

Ma ora basta parlare di tutti gli accessori di Barbie, par dieu! (se invece volete saperne di più leggete qui).

Novità Barbie: dalla pizza napoletana allo street food

Mes amis, voi che mi conoscete bene sapete che sono molto goloso. Beh, quest’anno sono davvero contento, perché quando vado a casa di Barbie quello che faccio è assaggiare tutti i manicaretti possibili che trovo in giro. E che delizie! Dalla Cucina da Sogno alla Pizzeria dei Sogni (ispirata alla vera pizzeria napoletana Sorbillo), senza parlare della Pasticceria dei Sogni e dello Scooter Street Food, ogni luogo è perfetto per trovare qualche prelibatezza per me e per la mia amica Barbie.

Volete ispirare i vostri piccini e spingerli alla scoperta del magico mondo del buon cibo? Tra piatti e padelle, spatole e sformati, ognuno troverà la ricetta giusta da preparare per fratellini e sorelline! E anche per voi genitori, se siete fortunati.
Con la pasta modellante colorata e le formine per creare ogni piatto, si possono cucinare toast e hamburger, riempire la friggitrice di patatine e preparare un pranzo all’aperto con Ken e tutti gli amici di Barbie. Siete veri amanti della pizza? Con il forno a legna e il bancone da pizzeria le pizze escono così appetitose da sembrare vere! Perfetto per bambini e bambine che amano i dettagli e non vedono l’ora di divertirsi in cucina tra colori e accessori.

Insomma, che sia insegnante di yoga o ufficiale della marina, cuoca provetta o ingegnere aerospaziale, Barbie e tutto il suo mondo non sono solo unici al mondo, ma fanno sentire unici tutti noi: ognuno, con le sue aspirazioni e i suoi desideri, può ispirarsi a lei e scegliere la strada che sente più giusta. Nulla è sbagliato e nulla è impossibile!

Presto, venite a trovarmi nel mio negozio di giocattoli in centro a Milano e preparatevi per un’immersione totale nel mondo Barbie.